Le Crociere di Happy Cruises

novembre 25, 2008

Chi vince e chi perde nel mondo delle crociere (2)

Filed under: Crociere,Mercato — lompio @ 5:07 am
Beh, questo per quanto riguarda le Compagnie, ma cosa succede per quanto concerne i Clienti? La scorsa settimana, Cruise Critic ha pubblicato i risultati di un sondaggio sulle prossime intenzioni  dei Crocieristi che è destinata a creare qualche preoccupazione tra i dirigenti delle compagnie crocieristiche.

Un buon 13% degli intervistati ha detto a Cruise Critic che non acquistera’ alcuna crociera nel 2009. Ora, se

Luna di miele in Crociera con Happy Cruises

Luna di miele in Crociera con Happy Cruises

gli intervistati fossero persone che effettuano una crociera almeno una volta l’anno, cio’ comporterebbe una diminuzione del 13% nel traffico globale.
Se una volta ogni due anni, allora il 6,5% in meno. Queste cifre sono preoccupanti in quanto più di 26.000 nuovi letti saranno introdotti nel 2009 e solo la piccola  Black Prince di 439 cuccette andra’ in pensione, sino ad ora perlomeno.

Gli agenti di viaggio americani stanno gia’ segnalando che le prenotazioni sono diminuite di circa il 5% in ciascuno dei mesi di luglio, agosto e settembre, e questo prima della grande crisi finanziaria dei mesi di settembre e ottobre.

Le agenzie di viaggi in Europa e Nord America affermano anche  che le prenotazioni anticipate si stanno riducendo, con un maggior numero di prenotazioni all’ultimo minuto e meno in anticipo..

Crociere nel Mediterraneo con Happy Cruises

Crociere nel Mediterraneo con Happy Cruises

E nonostante le compagnie si muovano per aumentare le entrate a bordo, il 22,5% degli intervistati del sondaggio Cruise Critic  ha affermato che essi hanno intenzione di spendere di meno a bordo. Piuttosto il modo in cui pianificano di farlo nessuno sembra averlo detto, ad eccezione del fatto che molti ora avrebbero l’intenzione di rendere di organizzare le proprie visite a terra piuttosto che acquistare costose escursioni a bordo.
E non utilizzare le costose ($ 25) fotografie a bordo, bensi’ portare la propria macchina fotografica.

Un altro 22% ha affermato di aver intenzione di limitare il proprio budget per la crociera a $ 1.000 per persona ed il 6,7% ha detto che avrebbe effettuato crociere più brevi per risparmiare denaro. Queste reazioni renderanno ancora più difficile per le compagnie di crociera aumentare i loro introiti a bordo ed alcune hanno già introdotto  crociere più brevi  che servono a portare la percezione (ed il vero) prezzo verso il basso oltre a dare l’opportunita’ di navigare anche a chi non avrebbe potuto farlo.

Alcune buone notizie per le compagnie di crociera nel Regno Unito sono che gli operatori turistici ci hanno già tagliato le loro capacità del 25%, nello stesso momento in cui l’aumento dei prezzi sale al 6.7%. Questo può solo essere una buona notizia per le compagnie da crociera in quanto una volta che i tour operator

La splendida hall della Jewel of the Seas

La splendida hall della Jewel of the Seas

avranno venduto tutti i posti, i consumatori saranno quasi costretti a prendere in considerazione una crociera.

Lo stesso vale naturalmente per i fallimenti delle compagnie aeree ed i vari tagli che avvengono all’ordine del giorno. Questo “aiutera’” i consumatori, sia negli Stati Uniti che in Europa, a prendere in considerazione una crociera da un porto più vicino a casa.

Alla fine, tutto si riduce alla fiducia.  In un articolo pubblicato da CyberCruise, “Tutte le  nuove navi varate dove vanno?” Il 6 ottobre, venne rilevato che i numeri delle vendite di crociere continuarono a crescere durante l’ultima recessione nei primi anni 1990.
Solo il tasso di crescita venne rallentato, passando dal 9,6% al 3,5% nel Nord America e dal 10,7% al 3,5% nel Regno Unito. In entrambi i casi, tuttavia, quando la fiducia torno’ ai precedenti livelli, la domanda di crociere effettivamente torno’ solida e forte, ed i fatturati aumentarono del 14,2% in Nord America ed il 18,5% in Europa.

La crociera è un ottimo prodotto, che soddisfa molto positivamente oltre il 90% (di solito più del 95%) delle persone che le acquistano. E ‘anche un prodotto che assicura un potente successo all’investimento: una volta effettuata una crociera, le persone tendono quasi sempre a rifarlo. Tutto questo per dire che ci possono essere alcuni scivoloni e ci possono essere alcuni temporali, ma il prodotto stesso e’ valido e porterà i clienti.
Ma per ora, nonostante il combustibile più conveniente e più bassi tassi di interesse, sarà necessario non solo uno sforzo pubblicitario maggiore ed un marketing molto più aggressivo da parte delle compagnie, ma anche una riduzione delle tariffe al fine di attirare i passeggeri e soddisfarli.

Non vi è dubbio, però, su una cosa. Con i prezzi così come sono e che saranno probabilmente ancora piu’ ridotti e competitivi dopo tali espansione delle varie flotte da crociera,  non vi è probabilmente mai stato un momento migliore per andare crociera. E questo è il vero vantaggio dei Viaggiatori!

Lascia un commento »

Non c'è ancora nessun commento.

RSS feed for comments on this post. TrackBack URI

Lascia un commento

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

Crea un sito o un blog gratuitamente presso WordPress.com.

%d blogger cliccano Mi Piace per questo: